Kit bici elettrica offerte

In generale, montare un kit per bici elettriche serve ad alleggerire la pedalata, che è particolarmente stancante se non si è in buone condizioni fisiche, oltre all’idea comunque che l’utilizzo di un mezzo di trasporto personale non deve implicare che lo sforzo sia eccessivo. Per questo motivo si giustifica l’acquisto di una bicicletta elettrica.
Le bici elettriche sono uno dei trasporti personali più popolari in Europa, dove l’uso dei modelli tradizionali sono stati parte integrante nella cultura dei trasporti, seguita da un efficiente trasporto pubblico e da un’automobile personale. Le biciclette elettriche hanno alcune varianti rispetto alle biciclette alle quali siamo abituati, queste si distinguono dalle biciclette tradizionali da un motore che assiste il ciclista nel pedalare, ma non la automatizza; se lo facesse, si starebbe parlando di un tipo semplificato di motocicletta.

Tipi di bici elettriche

Sono almeno due i tipi di bici elettrica che possiamo trovare sul mercato questi due tipi sono le biciclette elettriche standard e quelle modificate con una batteria e un motore.
Questo Kit permette l’utilizzo di una bicicletta tradizionale che abbiamo già a casa e la trasforma in una bici elettrica a tutti gli effetti.
Questi kit per bici elettrica si trovano in 2 tipologie e sono  classificati in base alla loro potenza; i generatori a bassa potenza sono in genere venduti per adattare le biciclette tradizionali a elettriche, e permette un uso della bici in città e in paesi con aree pianeggianti. Mentre i kit con più potenza sono venduti per adattare il mezzo e farlo diventare una mountain bike elettrica, visto che la loro potenza rende le bici ideali per affrontare terreni difficili e strade ripide.
Per ciò che riguarda le biciclette elettriche di serie, si possono trovare modelli sia per la città che per la montagna, ma sono inoltre disponibili dei modelli pieghevoli. Le bici elettriche pieghevoli sono le più recenti e sono importanti per i clienti che cercano una semplice portabilità di questi veicoli; la portabilità è richiesta per i clienti che utilizzano le loro biciclette in situazioni occasionali di ricreazione o se vogliono usarlo per rendere sopportabile parte del percorso di lavoro. Esistono modelli di bicicletta elettrica pieghevole che pesano soltanto un paio di chilogrammi.
Più venduti - Posizione n. 1
Più venduti - Posizione n. 2
Più venduti - Posizione n. 3
Più venduti - Posizione n. 4
Più venduti - Posizione n. 5
Più venduti - Posizione n. 6

Caratteristiche di una bicicletta elettrica con motore

Le bici elettriche con motore in generale si possono identificare perché hanno almeno due o tre caratteristiche:
  • Un motore strategicamente posizionato: in generale, hanno l’apparenza convenzionale e un motore per biciclette visibile sui pedali (questo permette di assistere il ciclista nella pedalata). La posizione sui pedali è quella più ottimale.
  • Una batteria visibile: la seconda caratteristica è la presenza di una batteria e di componenti per la ricarica, in quanto il motore di assistenza è generalmente elettrico e utilizza elettricità da questa batteria, che inoltre deve essere ricaricata periodicamente.
  • Design dal tradizionale al più compatto: esteticamente le biciclette elettriche sono di solito come le biciclette tradizionali, fino ad arrivare a una forma più compatta per agevolare il trasporto; i modelli variano a seconda della necessità del ciclista. Alcuni produttori progettano queste biciclette per essere pieghevoli così da poter essere caricate in una macchina o portate a mano, e tutto questo è anche legato al loro peso leggero.
Non è necessario che questi 3 elementi siano presenti contemporaneamente, dato che solo due di questi 3 potrebbero essere necessari per trasformare una bici tradizionale in una bici elettrica.
I motori che si usano generalmente per i kit  bici elettrica, sono motori elettrici di corriente continua. Questi motori elettrici per biciclette sono alimentati da una batteria.Viene chiamato motore di bicicletta elettrica perché trasforma l’energia elettrica in energia meccanica.
Senza dubbio i vantaggi dei motori elettrici per biciclette rispetto ai motori a combustione sono molti.
Alcuni vantaggi che troviamo in questi motori sono:
• La dimensione e il peso
• La coppia motrice.
• E’ economico.
• E’ ecologico
• La acustica.
A continuazione spieghiamo tutti questi vantaggi.

Dimensione e peso dei motori per biciclette

Nei kit per bici elettrica la dimensione è ridotta in modo significativo. Anche il peso è più ridotto rispetto ad un motore a combustione. Questi risultati si ottengono quando si confrontano due motori, uno a combustione e uno elettrico, che hanno la stessa potenza.

Coppia Motrice in una Bici con motore

Nei motori elettrici per bicicletta la coppia motrice è molto piú elevata ed è quasi sempre costante.

Le biciclette a motore sono più economiche.

I motori elettrici sono molto più economici dei  motori a combustione a paritá di  potenza. Oltre a questo, il risparmio economico è abbastanza elevato in un motore elettrico.
Per rendersi conto di questo basta guardare semplicemente in un benzinaio il prezzo di un litro di benzina. Per ricaricare la batteria di una bici elettrica in un negozio di bici elettriche in genere costa meno di un euro. Questo può essere una buona ragione per per acquistare una bici elettrica.

I motori elettrici delle biciclette elettriche sono più ecologici

È vero che in un kit bici elettrica utilizzando una batteria puó risultare inquinante peró sempre meno di un motore a combustione.

Quali sono i vantaggi di un kit per biciclette elettriche con motore?

Ci sono due modi in cui possiamo avere una bicicletta elettrica; la prima è comprare la bicicletta già di fabbrica che ha il motore e la batteria già integrati e di solito queste bici hanno un design compatto per semplificare la portabilità. L’altra forma è ottenerlo con il kit conversione bici elettrica, che con un set di componenti si possono montare su una bici convenzionale che magari già possediamo o preferiamo,  rispetto a quelle di fabbrica.

Ci sono diversi vantaggi in un kit bici elettrica:

Può essere sostituito da un modello più recente in futuro: i kit elettrici per biciclette possono essere smontati in qualsiasi momento e possono essere sostituiti con un nuovo modello più resistente e più efficiente.
Si può montare su una bicicletta scelta da noi: capita che le biciclette elettriche prefabbricate non vengono di solito visti come modelli convenzionali, usare un kit trasformazione bici elettrica quindi ci permette di scegliere una bici a piacere.
• Se abbiamo una bicicletta, non c’è bisogno di acquistarne una nuova: anche se la nostra bicicletta ha già un paio di anni di uso, possiamo modernizzarla usando un kit.
In caso di guasto possiamo sostituire solo ciò che è necessario: è possibile acquistare solo il motore se la batteria è in buone condizioni e così viceversa.

Come scegliere un kit per biciclette e la batteria agli ioni di litio?

 Se si vuole fare una scelta oggettiva, bisogna tener presente innanzitutto alcune condizioni che sono una conseguenza della propria situazione attuale.
La prima è l’analisi delle caratteristiche del percorso dove si vuole andare in bicicletta, la seconda è la disponibilità di punti di ricarica (in genere un qualsiasi posto con una spina dove si può collegarsi) e la terza condizione se si è disposti a pagare per un kit di una marca conosciuta o se si vuole scegliere una seconda marca.• Se il percorso è lungo: a seconda del percorso, bisogna fare attenzione alla quantità di chilometri che la batteria può fornire al motore, questo lo si può chiedere al venditore o nella descrizione dei prodotti su internet.
Se ci sono pochi punti di ricarica: a seconda dei punti di ricarica, è possibile decidere se comprare una batteria che permette fare molti chilometri o una batteria standard. Questo affinché non si rimanga a metà strada a causa della batteria.
Se è di una marca conosciuta (o di una seconda marca): considerando che questo può influire notevolmente sul budget, una seconda marca non garantisce durata del prodotto nel tempo o una lunga durata della garanzia, ma può essere un’opzione se si hanno buone recensioni. Un marchio ben noto garantisce tutto questo, ma ovviamente ci sarà una differenza economica non indifferente.
Il kit conversione bici elettrica comprende: il motore, la batteria, il regolatore (elettronica che gestisce la ricarica della batteria), i cavi, l’attivazione dei livelli di assistenza, le maniglie, un sensore di movimento, un motore collegato al sistema dell’interruttore del freno. A volte si può trovare uno schermo LCD che indica il livello di carica della batteria e altri parametri.

Come scegliere un motore elettrico?

I kit elettrici per biciclette utilizzano due tipi di motori. Da un lato ci sono i motori a corrente continua che hanno delle spazzole. D’altra ci sono i motori elettrici Brushless, e questi sono molto più moderni.

La differenza tra i due kit elettrici  è che il kit elettrico Brushless non ha bisogno di contatti elettrici striscianti (spazzole) sull’albero del rotore per funzionare. In genere i motori elettrici con motore Brushless sono i piú utilizzati in commercio.

I motori elettrici con spazzole dipendono dal cambio delle spazzole ogni 15.000 km. Questo dato e aprossimativo e poco rilevante visto che di solito un altro componente della bicicletta viene danneggiato prima di cambiare le spazzole del motore.

La differenza principale tra i due motori elettrici è la potenza nella partenza. I motori elettrici per biciclette con le spazzole hanno più potenza di avvio rispetto ai motori brushless con le stesse caratteristiche tecniche.
Inoltre, un kit bici elettrica con un motore con spazzole dipende da una connessione a due fili. Mentre  un kit bici elettrica Brushless richiede un minimo di tre cavi per la connessione.
C’è un’altra differenza importante, questa volta è la performance dei motori Brushless. Questi motori ci danno l’80% contro il 70% di prestazioni che ci darebbe un motore con spazzole.

Più venduti - Posizione n. 1Più venduti - Posizione n. 1
Più venduti - Posizione n. 2Più venduti - Posizione n. 2
Più venduti - Posizione n. 3Più venduti - Posizione n. 3
Più venduti - Posizione n. 4Più venduti - Posizione n. 4
Più venduti - Posizione n. 5Più venduti - Posizione n. 5
Più venduti - Posizione n. 6Più venduti - Posizione n. 6

Motori elettrici per biciclette di montagna

Differenziare tra motori convenzionali e quelli per la montagna è uno dei compiti principali da svolgere, questo perché ogni motore è stato progettato per aiutare la pedalata in un modo completamente diverso.
L’assistenza dei motori per biciclette convenzionali per la città, di solito apportano meno forza, in quanto non è necessaria troppa impulsione nel pedalare.
Attualmente si trovano nel mercato delle biciclette elettriche, dei motori con una potenza che può variare. Questi valori vanno da 180 W a 250 W.
La potenza massima consentita dalla legislazione Italiana è di circa 250 W. Ma questi dati sono ingannevoli, dato che ci riferiamo da 180 W a 250 W di potenza nominale.
Alla partenza i motori possono raggiungere picchi di potenza massima di quasi due volte il valore della potenza nominale.
Per questo motivo le bici elettriche hanno un controller. Questo viene utilizzato per ridurre o aumentare l’alimentazione del motore. In questo modo è possibile controllare la forza di avvio.
Invece i motori per le biciclette elettriche di montagna assistono in maniera più complessa, visto che possono anche fornire energia a un sistema con cambio, e questo richiede di un’assistenza diversa a seconda di quanto sforzo il ciclista sta facendo a seconda delle caratteristiche dell’ambiente; le differenze sono percepibili:

Potenza: i motori convenzionali sono compresi tra i 350w e i 700w di potenza mentre i motori di montagna hanno tra 1200w e 2400w di potenza. Si può notare che la differenza tra i due motori e considerevole.

Velocità da raggiungere: la velocità che i due motori consente di raggiungere è anche diversa, i motori convenzionali vanno dai 20 ai 30 km/h mentre i motori di montagna possono raggiungere velocità fino ai 70 km/h a seconda del modello.

Autonomia: sebbene l’autonomia sia simile in entrambi i motori, tende ad essere maggiore nei modelli di bicicletta con motore per la montagna, che hanno circa 40 km di autonomia, rispetto ai motori delle biciclette di città che vanno dai 15 ai 25 km. La tensione delle batterie ci indicherà l’autonomia delle biciclette elettriche mentre le biciclette elettriche dotate di batterie da 36V ci indicherà che si avranno circa 45 km di autonomia.

In generale i motori per le mtb elettriche sono più costosi, ma se si utilizza la bici anche in città potrebbero essere più efficaci.

Ultimo aggiornamento 2017-10-12 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API