la bici elettrica faqDomande Frequenti

Che cos’è una bici elettrica?

La bici elettrica é una bici convenzionale equipaggiata con un motore elettrico. Questo motore può essere situato nella ruota posteriore, anteriore o vicino all’asse del pedale. La bici si muove con l’aiuto di un motore che prende l’energia da una batteria che si ricarica attraverso la rete elettrica. Secondo la legislazione vigente, il motore di una bici elettrica non può superare i 25 km/h e la potenza deve essere inferiore a 250W. Inoltre, il motore deve arrestarsi quando si smette di pedalare.

Che vantaggi offre la bici elettrica?

E’ un mezzo di trasporto veloce, silenzioso, ecologico ed efficiente. E soprattutto, è molto divertente. Con una bici elettrica non ti darà mai pigrizia muoverti perché puoi affrontare strade ripide con il minimo sforzo. Inoltre, non è richiesto alcun tipo di patente di guida o assicurazione.

Cos’è una high speed e-bike?

Le cosiddette “High Speed E-bikes” sono bici elettriche ad alta velocità che possono trasportarti a 45 chilometri all’ora e la potenza del motore supera i 250W. Alcune bici hanno anche un acceleratore. Questi mezzi sono considerati a tutti gli effetti come dei ciclomotori.

Sono sicure?

Certo. Anche se evitare i rischi dipende sempre dal ciclista, la bici elettrica in un centro urbano è in grado di raggiungere una velocità sicura in tempi molto brevi grazie alla sua accelerazione. Questo può essere molto utile in un semaforo o in un incrocio. Inoltre, hanno un basso centro di gravità e questo permette di essere molto più stabile di una bici tradizionale.

Si fa veramente esercizio con la bici elettrica?

Questo dipende dal ciclista. In qualunque momento è possibile scegliere il livello di assistenza che si desidera mantenere, controllando così lo sforzo. Se si usa come mezzo di trasporto e si scegli  il massimo della potenza, difficilmente ci si stancherà o si arriverà sudati al lavoro. Ma se si regola nel modo giusto l’assistenza in base alla propria capacità e si diminuisce gradualmente la potenza, indubbiamente indubbiamente di migliorerà la forma fisica.

Come funzionano le bici elettriche?

Le bici elettriche incorporano un sistema di pedalata assistita (chiamato anche P.A.S. o Pedelec). Questo sistema ha un sensore che rileva la velocità di pedalata o la forza trasmessa ai pedali. Quando si preme il pedale, un regolatore elettronico registra questo segnale dal sensore e fornisce al motore la potenza che permette lo spostamento della bicicletta ad una velocità e una forza regolata. Quando si smette di pedalare o si preme il freno, il motore smette di funzionare.

Anche se la velocità del motore è limitata a 25 km/h, si può raggiungere velocità più elevate continuando a pedalare con un piccolo sforzo.

Da ricordare che sempre si ha la possibilità di disconnettere normalmente il sistema elettrico e il continuare pedalando in modo normale. Inoltre, la batteria può essere facilmente rimossa, riducendo così il peso.

Che velocità raggiunge la bici elettrica?

A seconda del modello di bici elettrica, la velocità può variare dai regolari 25 km/h ai 45 km/h e incluso superiore. Basti pensare che la velocità media del comune di Milano è di 24 km/h, e nella zona centrale è di 9 Km/h. La bici elettrica arrivera fino a 25 Km/h in pochi secondi. C’è bisogno di un mezzo più veloce?

Sono care?

È possibile trovare una e-bike più che decente per poco più di € 1.000. Se si sceglie una bici elettrica come mezzo di trasporto abituale, si recupera l’investimento in un breve arco di tempo. Se invece la si usa come mezzo per il tempo libero, la redditività si traduce in una migliore forma fisica senza soffrire.

Fanno rumore?

No. Si può dire addio all’inquinamento acustico. Si guida con piacere senza castigare le orecchie o le persone che ti circondano.

Che garanzia ha una bici elettrica?

In condizioni normali d’uso, conservazione e manutenzione, il fabbricante offre 2 anni di garanzia per difetti di materiale e di fabbricazione su tutta la bicicletta e i componenti elettrici.

Quanti chilometri si può percorrere con una bici elettrica?

Ci sono biciclette elettriche in grado di superare i 200 km, anche se una media gamma varia dai 30 km a più di 100 km. In generale l’autonomia è basata sulla guida di un ciclista di 70 kg in un percorso pianeggiante e senza forti venti, quindi non si può sapere esattamente quanti kilometri si potrà percorrere con una bici elettrica. Ovviamente, si otterrà una maggiore autonomia scegliendo un’assistenza dal motore media o bassa.

Possono avere un acceleratore?

Alcuni fabbricanti consentono l’installazione di un acceleratore sulle loro bici elettriche. In questi casi, il motore viene avviato da un acceleratore o da un grilletto montato sul manubrio. Anche se l’utilizzo di un acceleratore offre alcuni vantaggi (e anche inconvenienti seri), il suo utilizzo è limitato a strade private, essendo responsabilità del proprietario il suo utilizzo su strade pubbliche.

Quanto è il costo per chilometro di una bici elettrica?

Il consumo per 100km è di circa 1kw/h. Secondo le tariffe elettriche del 2010, il kw/h è fatturato a circa 0,08 € .

Questo significa che con 8 centesimi di euro si possono percorrere 100 chilometri. Non ci sono altri mezzi di trasporto così convenienti sul mercato.

Hanno bisogno di manutenzione?

Non hanno bisogno di manutenzione. La parte elettrica della bicicletta non richiede una manutenzione periodica, solo i motori montati nel mozzo della ruota richiedono alcune regolazioni meccaniche.

C’è bisogno della patente, assicurazione o casco per guidare una bici elettrica?

Le bici elettriche omologate come tali sono quelle che compiono la Direttiva Europea 2002/24/CE, che spiega le caratteristiche che devono avere le biciclette con pedalata assistita. In sostanza, sono le bici dotate di un motore elettrico ausiliario, di potenza nominale continua massima di 0,25 chilowatt, la cui potenza diminuisca progressivamente e infine si interrompa quando la velocità del mezzo raggiunge i 25 km/h, o prima se il ciclista smette di pedalare.

Se il mezzo soddisfa queste caratteristiche, non è necessario avere una patente o un’assicurazione. Se la bicicletta elettrica o il kit di conversione supera i 250W o 25 km/h, la responsabilità del suo utilizzo su strade pubbliche dipende dal ciclista.

E naturalmente, anche se non obbligatorio, si consiglia sempre l’uso del casco per andare in qualsiasi veicolo a due ruote.

Posso usare le corsie per biciclette?

Sì, perché le Regole di circolazione per le bici elettriche sono le stesse di quelle per le bici tradizionali. Approfitta delle piste ciclabili!

Si può usare la bici elettrica se sta piovendo?

Anche se è possibile guidare sotto la pioggia, si consiglia dopo l’utilizzo di asciugare i componenti elettrici (regolatore, batteria e cavi) con un panno asciutto per diminuire i rischi di ossidazione.

Ultimo aggiornamento 2017-10-13 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API